A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Only variable references should be returned by reference

Filename: core/Common.php

Line Number: 243

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 93

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 94

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 95

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 96

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 97

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 98

╨╧рб▒с>■  35■   2                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                ье┴9 Ё┐" bjbj¤╧¤╧*,ЯеЯе"      lЦЦЦЦЦЦЦbbbb n┐ЦЦЦЦЦЦЦЦ>@@@@@@$┐ ▀ВdЦЦЦЦЦЦdrЦЦЦЦyrrrЦКЦЦЦЦ>rЦ>r╠r>ЦЦ>ЦК А╤F■kг╞Pb >>П0┐>a Ra>rк<ц,ЦЦЦЦ┘Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternita' e della paternita', a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53" ЕЕЕЕЕЕЕЕЕЕ Capo VI RIPOSI E PERMESSI Art. 39. Riposi giornalieri della madre (legge 30 dicembre 1971, n. 1204, art. 10) 1. Il datore di lavoro deve consentire alle lavoratrici madri, durante il primo anno di vita del bambino, due periodi di riposo, anche cumulabili durante la giornata. Il riposo e' uno solo quando l'orario giornaliero di lavoro e' inferiore a sei ore. 2. I periodi di riposo di cui al comma 1 hanno la durata di un'ora ciascuno e sono considerati ore lavorative agli effetti della durata e della retribuzione del lavoro. Essi comportano il diritto della donna ad uscire dall'azienda. 3. I periodi di riposo sono di mezz'ora ciascuno quando la lavoratrice fruisca dell'asilo nido o di altra struttura idonea, istituiti dal datore di lavoro nell'unita' produttiva o nelle immediate vicinanze di essa. Art. 40. Riposi giornalieri del padre (legge 9 dicembre 1977, n. 903, art. 6-ter) 1. I periodi di riposo di cui all'articolo 39 sono riconosciuti al padre lavoratore: a) nel caso in cui i figli siano affidati al solo padre; b) in alternativa alla madre lavoratrice dipendente che non se ne avvalga; c) nel caso in cui la madre non sia lavoratrice dipendente; d) in caso di morte o di grave infermita' della madre. Art. 41. Riposi per parti plurimi (legge 30 dicembre 1971, n. 1204, art. 10, comma 6) 1. In caso di parto plurimo, i periodi di riposo sono raddoppiati e le ore aggiuntive rispetto a quelle previste dall'articolo 39, comma 1, possono essere utilizzate anche dal padre. Art. 42. Riposi e permessi per i figli con handicap grave (legge 8 marzo 2000, n. 53, articoli 4, comma 4-bis, e 20) 1. Fino al compimento del terzo anno di vita del bambino con handicap in situazione di gravita' e in alternativa al prolungamento del periodo di congedo parentale, si applica l'articolo 33, comma 2, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, relativo alle due ore di riposo giornaliero retribuito. 2. Successivamente al compimento del terzo anno di vita del bambino con handicap in situazione di gravita', la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre hanno diritto ai permessi di cui all'articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Detti permessi sono fruibili anche in maniera continuativa nell'ambito del mese. 3. Successivamente al raggiungimento della maggiore eta' del figlio con handicap in situazione di gravita', la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre hanno diritto ai permessi di cui all'articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Ai sensi dell'articolo 20 della legge 8 marzo 2000, n. 53, detti permessi, fruibili anche in maniera continuativa nell'ambito del mese, spettano a condizione che sussista convivenza con il figlio o, in assenza di convivenza, che l'assistenza al figlio sia continuativa ed esclusiva. 4. I riposi e i permessi, ai sensi dell'articolo 33, comma 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, possono essere cumulati con il congedo parentale ordinario e con il congedo per la malattia del figlio. 5. La lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre o, dopo la loro scomparsa, uno dei fratelli o sorelle conviventi di soggetto con handicap in situazione di gravita' di cui all'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, accertata ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della legge medesima da almeno cinque anni e che abbiano titolo a fruire dei benefici di cui all'articolo 33, commi 1, 2 e 3, della medesima legge per l'assistenza del figlio, hanno diritto a fruire del congedo di cui al comma 2 dell'articolo 4 della legge 8 marzo 2000, n. 53, entro sessanta giorni dalla richiesta. Durante il periodo di congedo, il richiedente ha diritto a percepire un'indennita' corrispondente all'ultima retribuzione e il periodo medesimo e' coperto da contribuzione figurativa; l'indennita' e la contribuzione figurativa spettano fino a un importo complessivo massimo di lire 70 milioni annue per il congedo di durata annuale. Detto importo e' rivalutato annualmente, a decorrere dall'anno 2002, sulla base della variazione dell'indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. L'indennita' e' corrisposta dal datore di lavoro secondo le modalita' previste per la corresponsione dei trattamenti economici di maternita'. I datori di lavoro privati, nella denuncia contributiva, detraggono l'importo dell'indennita' dall'ammontare dei contributi previdenziali dovuti all'ente previdenziale competente. Per i dipendenti dei predetti datori di lavoro privati, compresi quelli per i quali non e' prevista l'assicurazione per le prestazioni di maternita', l'indennita' di cui al presente comma e' corrisposta con le modalita' di cui all'articolo 1 del decreto-legge 30 dicembre 1979, n. 663, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 febbraio 1980, n. 33. Il congedo fruito ai sensi del presente comma alternativamente da entrambi i genitori non puo' superare la durata complessiva di due anni; durante il periodo di congedo entrambi i genitori non possono fruire dei benefici di cui all'articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, fatte salve le disposizioni di cui ai commi 5 e 6 del medesimo articolo. 6. I riposi, i permessi e i congedi di cui al presente articolo spettano anche qualora l'altro genitore non ne abbia diritto. Art. 43. Trattamento economico e normativo (legge 9 dicembre 1977, n. 903, art. 8; legge 5 febbraio 1992, n. 104, art. 33, comma 4; decreto-legge 27 agosto 1993, n. 324, convertito dalla legge 27 ottobre 1993, n. 423, art. 2, comma 3-ter) 1. Per i riposi e i permessi di cui al presente Capo e' dovuta un'indennita', a carico dell'ente assicuratore, pari all'intero ammontare della retribuzione relativa ai riposi e ai permessi medesimi. L'indennita' e' anticipata dal datore di lavoro ed e' portata a conguaglio con gli apporti contributivi dovuti all'ente assicuratore. 2. Si applicano le disposizioni di cui all'articolo 34, comma 5. Art. 44. Trattamento previdenziale (legge 30 dicembre 1971, n. 1204, art. 10, comma 5; legge 5 febbraio 1992, n. 104, art. 33, comma 4) 1. Ai periodi di riposo di cui al presente Capo si applicano le disposizioni di cui all'articolo 35, comma 2. 2. I tre giorni di permesso mensile di cui all'articolo 42, commi 2 e 3, sono coperti da contribuzione figurativa. Art. 45. Adozioni e affidamenti (legge 8 marzo 2000, n. 53, art. 3, comma 5; legge 5 febbraio 1992, n. 104, art. 33, comma 7) 1. Le disposizioni in materia di riposi di cui agli articoli 39, 40 e 41 si applicano anche in caso di adozione e di affidamento entro il primo anno di vita del bambino. 2. Le disposizioni di cui all'articolo 42 si applicano anche in caso di adozione e di affidamento di soggetti con handicap in situazione di gravita'. Art. 46. Sanzioni (legge 30 dicembre 1971, n. 1204, art. 31, comma 3) 1. L'inosservanza delle disposizioni contenute negli articoli 39, 40 e 41 e' punita con la sanzione amministrativa da lire un milione a lire cinque milioni. ЕЕЕЕЕЕЕЕ )+╓╫фьэ  '(S56]`b▒ ║ ╥ ╙  ┴ ╩ · √ + . 6 ЖП░▒psu()Оr{СТЁ3<DEy" Єц▌╓═┐░д═д┐░Ы═д┐░ЫРЫ═д┐░Ы═д┐░ЫРЫ═д┐░ЫРЫ═д┐░Ы═д┐░Ы═д┐░Ы═0JOJQJ^JaJOJQJ^JaJ5БCJOJQJ\Б^J5Б6БCJOJQJ\Б]Б^J0J5БCJOJQJ\Б^JCJOJQJ^J OJQJ^JCJ OJQJ^J5БCJ OJQJ\Б^J5БCJ OJQJ\Б^JaJ7+╓туф STO7bc░ ▒   └ ·їььь╛ь▓ььььь▓ььь▓ьь $дд[$\$a$-$дд$d%d&d'dN╞ O╞ P╞ Q╞ [$\$a$дд[$\$$a$$a$" ■└ ┴ 6 7 [ ┤ ╫бЕЖuv├ОП¤qrЁёЫ23yzЎъЎЎЎЎЎЎЎЎъЎЎЎЎъЎЎЎЎъЎЎЎЎъЎ $дд[$\$a$дд[$\$z  " ЎЎЎдд[$\$(1Рh░╨/ ░р=!░а"░а#Ра$Ра%░░░ i:@ё : NormaleCJ_HaJmHsHtHT@2T Titolo 3дdдd@&[$\$5БCJOJPJQJ\Б^JaJNA@Є бN Carattere predefinito paragrafoL^@ЄL Normale (Web)дdдd[$\$OJPJQJ^J6X@в6 Enfasi (corsivo)6Б]Б",    !  аzЩ   аzЩ   аzЩ   аzЩ{r"Л~+╓туф STO7bc░▒└┴67[┤ ╫ б ЕЖuv├ОП¤qrЁёЫ23yz$Ш0АА(0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0ААР0АА" └ z" " }ЗРЪЧб▒╡┴┼ОЦ╨┘╜┼ш ь   ` i K S KT╜╞╜┬ <EВМсъ╠╓┌у■ЖК╕┴?H rv'/37$╓ф▒║┴╩3<!$  user_C:\Documents and Settings\user\My Documents\Normativa\normativa 01.01.2005\D. Lgs. 151-2001.docuserBF:\Sito CISL\Indice per argomenti\Aspettative\D. Lgs. 151-2001.docuser]F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\Congedo di maternita'(L 151-2001).docuser]F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\Congedo di maternita'(L 151-2001).docuserАC:\Documents and Settings\user\Application Data\Microsoft\Word\Salvataggio automatico di Congedo di maternita'(L 151-2001).asduser]F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\Congedo di maternita'(L 151-2001).docuser]F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\Congedo di maternita'(L 151-2001).docuserEF:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\legge 151.docusergF:\Sito CISL\Indice per argomenti\Permessi\Riposi e permessi parentali (D.Lgs. 151-2001 (art.39-46).docuserfF:\Sito CISL\Indice per argomenti\Permessi\Riposi e permessi parentali (D.Lgs. 151-2001 art.39-46).doc @",ЮB"@@  Unknown            GРЗz А Times New Roman5РАSymbol3&Р Зz А ArialI&РА        щ? ?Arial Unicode MS"qИЁ─хEз╞ZLз2 1!Ёаа┤┤ББ0|2ГQЁ  $Decreto Legislativo 26 marzo 2001, nuseruser■ рЕЯЄ∙OhлС+'│┘0ИРШ╚╘фЁ№  ( D P \hpxАф%Decreto Legislativo 26 marzo 2001, nft ecruserto serserNormal userl 3erMicrosoft Word 9.0 @^╨▓@цчд╓в╞@4S√kг╞2■ ╒═╒Ь.УЧ+,∙о0  hp|ДМФ Ьдм┤ ╝ эфt1 |№ %Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n Titolo ■    !■   #$%&'()■   +,-./01■   ¤   4■   ■   ■                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Root Entry         └F@∙O■kг╞6А1Table            aWordDocument        *,SummaryInformation(    "DocumentSummaryInformation8            *CompObj    nObjectPool            @∙O■kг╞@∙O■kг╞            ■                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           ■       └FDocumento di Microsoft Word MSWordDocWord.Document.8Ї9▓q