A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Only variable references should be returned by reference

Filename: core/Common.php

Line Number: 243

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 93

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 94

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 95

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 96

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 97

A PHP Error was encountered

Severity: Warning

Message: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home5/cisleste/public_html/system/core/Exceptions.php:170)

Filename: helpers/download_helper.php

Line Number: 98

аЯрЁБс>ўџ :<ўџџџ9џџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџьЅС9 јП#bjbj§Я§Я"0ŸЅŸЅ#џџџџџџl’ўўўў’k 22222222ъьььььь$k ‹ f 22222 22% 2І22ъ2ъиъъ2& АI51ЅЦ’lўиъъ; 0k ъё и:ё ъ*<f,йLegge del 05-02-1992 n. 104 Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate ……………….. Art. 3 - Soggetti aventi diritto     1. Ш persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che ш causa di difficoltр di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.     2. La persona handicappata ha diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione, alla capacitр complessiva individuale residua e alla efficacia delle terapie riabilitative.     3. Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l'autonomia personale, correlata all'etр, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravitр. Le situazioni riconosciute di gravitр determinano prioritр nei programmi e negli interventi dei servizi pubblici.     4. La presente legge si applica anche agli stranieri e agli apolidi, residenti, domiciliati o aventi stabile dimora nel territorio nazionale. Le relative prestazioni sono corrisposte nel limiti ed alle condizioni previste dalla vigente legislazione o da accordi internazionali. Art. 4 - Accertamento dell'handicap     1. Gli accertamenti relativi alla minorazione, alle difficoltр, alla necessitр dell'intervento assistenziale permanente e alla capacitр complessiva individuale residua, di cui all'articolo 3, sono effettuati dalle unitр sanitarie locali mediante le commissioni mediche di cui all'articolo 1 della legge 15 ottobre 1990, n. 295, che sono integrate da un operatore sociale e da un esperto nei casi da esaminare, in servizio presso le unitр sanitarie locali. (1)  (1) Il d.l. 27 agosto 1993, n. 324 nel testo introdotto dalla legge di conversione 27 ottobre 1993, n. 423 ha disposto che qualora la commissione medica di cui al presente articolo 4, non si pronunci entro novanta giorni dalla presentazione della domanda, gli accertamenti sono effettuati, in via provvisoria, ai soli fini previsti dall'articolo 33 della stessa legge, da un medico specialista nella patologia denunciata, in servizio presso l'unitр sanitaria locale da cui ш assistito l'interessato. L'accertamento provvisorio produce effetto fino all'emissione dell'accertamento definitivo da parte della commissione. La commissione medica di cui al presente articolo 4 deve pronunciarsi, in ordine agli accertamenti di propria competenza di cui al medesimo articolo 4, entro centottanta giorni dalla data di presentazione della domanda. ……………… Art. 33 - Agevolazioni     1. [...] (1)     2. I soggetti di cui al comma 1 possono chiedere ai rispettivi datori di lavoro di usufruire, in alternativa al prolungamento fino a tre anni del periodo di astensione facoltativa, di due ore di permesso giornaliero retribuito fino al compimento del terzo anno di vita del bambino.     3. Successivamente al compimento del terzo anno di vita del bambino, la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre, anche adottivi, di minore con handicap in situazione di gravitр parente o affine entro il terzo grado, convivente, hanno diritto a tre giorni di permesso mensile coperti da contribuzione figurativa , fruibili anche in maniera continuativa a condizione che la persona con handicap in situazione di gravitр non sia ricoverata a tempo pieno (2) (3). (4)     4. Ai permessi di cui ai commi 2 e 3, che si cumulano con quelli previsti all'articolo 7 della citata legge n. 1204 del 1971, si applicano le disposizioni di cui all'ultimo comma del medesimo articolo 7 della legge n. 1204 del 1971, nonchщ quelle contenute negli articoli 7 e 8 della legge 9 dicembre 1977, n. 903.     5. Il genitore o il familiare lavoratore, con rapporto di lavoro pubblico o privato, che assista con continuitр un parente o un affine entro il terzo grado handicappato [, con lui convivente](5) , ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro piљ vicina al proprio domicilio e non puђ essere trasferito senza il suo consenso ad altra sede.     6. La persona handicappata maggiorenne in situazione di gravitр puђ usufruire alternativamente dei permessi di cui ai commi 2 e 3, ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro piљ vicina al proprio domicilio e non puђ essere trasferita in altra sede, senza il suo consenso. (6)     7. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2, 3, 4 e 5 si applicano anche agli affidatari di persone handicappate in situazione di gravitр.  (1) Comma abrogato dall'art. 86, D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151. (2) Il d.l. 27 agosto 1993, n. 324 nel testo introdotto dalla legge di conversione 27 ottobre 1993, n. 423 ha disposto che le parole "hanno diritto a tre giorni di permesso mensile" devono interpretarsi nel senso che il permesso mensile deve essere comunque retribuito. All'onere derivante dall'applicazione del presente comma, valutato in lire 30 miliardi, si fa fronte mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 1993-1995, al capitolo 6856 dello stato di previsione del Ministero del tesoro per l'anno 1993, all'uopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. (3) La legge 24 dicembre 1993, n. 537 (in S.O. n. 121 relativo alla G.U. 28/12/1993, n. 303) ha stabilito con l'articolo 3 che i "tre giorni di permesso mensili" di cui al comma 3 del presente articolo non sono computati al fine del raggiungimento del limite fissato dal terzo comma dell'articolo 37 del testo unico approvato con d.P.R. n. 3/1957 come sostituito dal comma 37 del suindicato articolo 3 legge n. 537/93. (4) Comma cosь modificato dall'art. 19, L. 8 marzo 2000, n. 53. (5) Parole soppresse dall'art. 19, L. 8 marzo 2000, n. 53. (6) Comma cosь modificato dall'art. 19, L. 8 marzo 2000, n. 53. Legge 8 marzo 2000, n. 53 "Disposizioni per il sostegno della maternitр e della paternitр, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle cittр" Art. 20. (Estensione delle agevolazioni per l'assistenza a portatori di handicap). 1. Le disposizioni dell'articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, come modificato dall'articolo 19 della presente legge, si applicano anche qualora l'altro genitore non ne abbia diritto nonchщ ai genitori ed ai familiari lavoratori, con rapporto di lavoro pubblico o privato, che assistono con continuitр e in via esclusiva un parente o un affine entro il terzo grado portatore di handicap, ancorchщ non convivente. z{…†ЇЈh j Ž  ` a b f ЇЉЊЋГЕЬЭ789=x|ДИѓј/3oq‹%&'zџэоеЩеоеЩеоЛеИД­еЄеЩео–еИДИДИДИДИДИД‡И~r~5CJOJQJ\^JCJOJQJ^JCJ OJQJ^J 5CJ \jЈB*CJUaJph56CJ\] B*aJph6]CJjB*CJUaJph5B*CJ\aJphB*CJaJphB*CJOJQJ^JaJph#5B*CJOJQJ\^JaJph,z…†Јh  ` b ЉГЭ79xДє/o‹%&'z§§ћљљћљћљљљљћљљљљљљљєяљцк $ЄЄ[$\$a$ЄЄ[$\$$a$$a$#ўz{"#ѓъѓЄЄ[$\$ $ЄЄ[$\$a$џ #єыCJOJQJ^J6CJOJQJ]^J 1hАа/ Ар=!А"А# $ %АЈDdшє”<№\ №% 3 №ЌЈ™ПџS"ё“”•–”П((№€ЈDdшє”<№\ №& 3 №ЌЈ™ПџS"ё“”•–”П((№€ i:@ёџ: NormaleCJ_HaJmHsHtHT`2T Titolo 3ЄdЄd@&[$\$5CJOJPJQJ\^JaJNA@ђџЁN Carattere predefinito paragrafoL^@ђL Normale (Web)ЄdЄd[$\$OJPJQJ^J6X@Ђ6 Enfasi (corsivo)6]BB`B Corpo del testo$a$ 5CJ \:P`": Corpo del testo 2CJ#0џџџџ!џџ z™ џџ z™ џџ z™ џџ z™Х{#›%Їz…†Јh`bЉ Г Э 79xДє/o‹%&'z{"%š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€š0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€(0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€˜0€€џ#z##)†Šjn€Е Й њZ_[a—моWY'*%|…[`Љ Е '0%џџ userSC:\Documents and Settings\user\My Documents\normativa 01.01.2005\Legge 104-1992.docuserJF:\Sito CISL\Indice per argomenti\Congedi e fesitivita'\Legge 104-1992.docuser@F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Aspettative\Legge 104-1992.docuser7F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Permessi\Handicap.docuser7F:\Sito CISL\Indice per argomenti\Permessi\Handicap.docџ@€""qп""#@@џџUnknownџџџџџџџџџџџџG‡z €џTimes New Roman5€Symbol3& ‡z €џArialI&€ џџџџџџџщ?џ?Arial Unicode MS"qˆ№Фз]ЇFо]ЇFЧ -!№ ДД0w2ƒQ№џџLegge del 05-02-1992 nuseruserўџр…ŸђљOhЋ‘+'Гй0x˜ИФдрьќ  4 @ LX`hpфLegge del 05-02-1992 negguser deserserNormaleuserle3erMicrosoft Word 9.02@Є“ж@Rw/0ЅЦ@<Ю)1ЅЦЧўџеЭеœ.“—+,љЎ0 hp|„Œ” œЄЌД М пф - wќ Legge del 05-02-1992 n Titolo ўџџџ ўџџџ"#$%&'(ўџџџ*+,-./0ўџџџ2345678ўџџџ§џџџ;ўџџџўџџџўџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџRoot Entryџџџџџџџџ РF0­]51ЅЦ=€Data џџџџџџџџџџџџ1Tableџџџџџџџџ!WordDocumentџџџџ"0SummaryInformation(џџџџџџџџџџџџ)DocumentSummaryInformation8џџџџџџџџ1CompObjџџџџnObjectPoolџџџџџџџџџџџџ0­]51ЅЦ0­]51ЅЦўџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџџўџ џџџџ РFDocumento di Microsoft Word MSWordDocWord.Document.8є9Вq